The Shifters racconta l’innovazione a tutto tondo. Il filo della narrazione attraversa ambiti molteplici, in apparenza slegati. Ma infine ad accomunarli è il tema dell’innovazione, il desiderio di apportare un beneficio significativo nella società e innalzare il grado di benessere di una comunità, in accordo con gli obiettivi dell’Agenda 2030.

Il quadro ricostruito è attuale. Il presente è raccontato in tutte le sue declinazioni e metamorfosi, talvolta graduali, in altri casi repentine. I ritmi di crescita e sviluppo del digital marketing sono veloci. Perché tengono conto dei tempi incalzanti del web e dei social, a cui si adeguano le attività di marketing condotte da un’impresa tramite strumenti e canali digitali, in sinergia con altri strumenti del marketing tradizionale. L’obiettivo è creare una comunicazione integrata, personalizzata e interattiva per accrescere il business aziendale e fidelizzare maggiormente i propri clienti.

Ne abbiamo parlato con la prof.ssa Francesca Cabiddu, docente dell’Università degli Studi di Cagliari. A lei abbiamo chiesto in che modo la tecnologia digitale stia trasformando il mondo in cui lavoriamo.

Che cos’è il digital marketing

Si tratta di mezzi e tecnologie utilizzate per promuovere brand, aziende, marchi, prodotti e anche servizi utili al consumatore. Il luogo in cui queste operazioni avvengono è il web, attraverso i canali online. Fra questi i social: Facebook, Instagram, Twitter, Youtube, Google.

E quindi in altre parole, il digital marketing è l’insieme delle attività che utilizzano i canali web per sviluppare la propria rete commerciale, analizzare i trend di mercato, prevederne l’andamento e creare offerte sul profilo dei clienti target.

Le abitudini degli utenti

D’altronde gli utenti trascorrono gran parte del loro tempo online. E in questi luoghi digitali compiono molteplici azioni. Fanno acquisti, ricercano notizie, utilizzano le email per motivi di lavoro. Ma inoltre prenotano vacanze per lunghi o brevi periodi. Confrontano sul web, attraverso i social network, le opinioni di altri utenti. E infine scelgono il prodotto o servizio in base al maggior numero di feedback positivi.

Usano quindi vari dispositivi digitali. Pc portatili, tablet, smartphone che consentono di essere connessi in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento della giornata. Questa evidenza racconta un dato significativo: le persone trascorrono gran tempo online e i media che preferiscono sono digitali – a discapito di quelli tradizionali, come i giornali cartacei e la televisione.

Per questo motivo le aziende hanno grande interesse a proporsi online con buone strategie di digital marketing, per raggiungere i clienti già esistenti e quelli potenziali e così vendere i loro prodotti e servizi su vari canali online disponibili.

Le sfide di ogni azienda

Su internet ogni azienda può imparare tantissimo dai propri clienti. Può identificarne le abitudini, le tecnologie utilizzate e le preferenze. La libertà offerta dal web ha trasformato la stessa relazione che intercorre fra azienda e cliente. E in questo rapporto il cliente agisce, è propositivo. Dunque, sono venute meno le barriere fra azienda e clienti: l’utente è dotato di potere, è in una posizione di controllo.

Con questi progressi nella tecnologia della comunicazione e del web sono caduti i muri non solo fra l’azienda e i suoi clienti ma anche fra i vari utenti che possono condividere pubblicamente le loro esperienze, di ogni tipo, negative o positive.

Dunque, la sfida più importante per ogni azienda è far arrivare il proprio prodotto o servizio nelle mani del cliente. Questo obiettivo è reso possibile da ricerche di mercato, sondaggi, indagini statistiche e ricerche sulle abitudini e le attività. Insomma, “ascoltando” sul web i bisogni degli utenti, l’azienda può captare le abitudini del suo pubblico. Il prodotto, in questo modo, sarà circoscritto ad un target specifico e maggiore sarà il successo della strategia di marketing digitale messa a punto.

Perché il digital marketing è un approccio di maggiore successo

Rispetto al marketing tradizionale, quello digitale presenta notevoli vantaggi. Innanzitutto, è meno costoso, in riferimento ad esempio a TV, radio e carta stampata. Anche i costi canonici delle pubblicità televisive, nel digitale vengono ammortizzati tramite semplici banner online o addirittura video promozionali.

Online è più facile tracciare e misurare l’efficacia di una campagna di digital marketing. Le campagne digitali possono essere monitorate e i risultati sono esatti e affidabili. In altre parole, è possibile misurare con precisione il numero di persone che hanno visto l’annuncio e hanno cliccato sulla pubblicità. La raccolta dati in tempo reale permette di tracciare i comportamenti del pubblico. E questo consente di aggiustare il tiro in corso d’opera, modificando eventualmente gli obiettivi da perseguire.

Le campagne di digital marketing, rispetto al marketing tradizionale, hanno il potenziale di raggiungere un vasto pubblico a livello globale ma possono anche essere estremamente mirate per arrivare a uno specifico gruppo di persone, identificato per genere, età, reddito, ubicazione, istruzione e stato civile.

Così il digital marketing permette agli utenti di avvicinarsi al brand. Sui social media, ad esempio, i clienti sono protagonisti di certe azioni. Possono esprimere un like, possono condividere un post e commentarlo. E simultaneamente l’azienda è in grado di rispondere a dubbi, richieste, perplessità o semplici informazioni.

Un altro vantaggio è la possibilità di raggiungere chi usa dispositivi mobili con delle campagne adatte a loro. Questo significa adattare i tipi di contenuto che gli utenti possono vedere in base al luogo in cui si trovano e al tipo di dispositivo che stanno utilizzando. L’azienda, quindi, deve essere certa che il contenuto possa essere facilmente fruibile tramite qualsiasi mezzo.

I fondamenti di tutte le strategie di marketing

Sono tre i principi alla base di qualsiasi strategia di marketing: Iniziare, Iterare, Integrare.

In base al primo principio, il cliente è il punto di partenza e di arrivo di ogni attività digitale. Il cliente è colui che decide ed esercita il proprio potere di scelta. Il piano strategico di ogni azienda non può che tenerne conto.

Il secondo dei tre principi spiega perché una buona campagna di digital marketing debba adeguarsi il più possibile alle interazioni degli utenti, cioè essere in grado di capire dagli stessi clienti, tramite le loro interazioni, di cosa abbiano bisogno e cosa vogliano.

Il terzo principio per un marketing efficace è l’integrazione, su vari piani:

  1. Integrazione fra canali digitali, per utilizzare le informazioni ottenute attraverso un canale e così migliorare l’efficacia di un altro canale digitale.
  2. Integrazione fra marketing digitali e tradizionali, cioè utilizzare le informazioni raccolte dalle iniziative digitali e integrarle nella strategia di marketing tradizionale. Per esempio, nella scelta, sia nel digitale che nell’analogico, la scelta delle stesse parole chiave che interessano ai vostri clienti quando usano i motori di ricerca.
  3. Integrazione fra le fonti da cui si attingono informazioni rilevanti. Infatti, un modo integrato di vedere i vostri clienti è un buon punto di partenza.

 

Gli obiettivi da perseguire

Come per tutte le attività di marketing è importante stabilire gli obiettivi che si vogliono raggiungere con la propria azione di digital marketing. Ad esempio:

  1. Aumentare la notorietà del marchio, tra clienti esistenti e potenziali;
  2. Generare lead, cioè suscitare l’interesse di un consumatore nel proprio prodotto o servizio e creare una lista di contatti di utenti che hanno espresso il loro interesse in merito;
  3. Aumentare le vendite di prodotti o servizi;
  4. Tenere aggiornati i clienti condividendo con loro notizie e offerte speciali;
  5. Coinvolgere il pubblico e ascoltare i loro bisogni;
  6. E infine, aumentare il numero di visite sul proprio sito.

 

Fra le tante declinazioni: il digital marketing turistico

Il marketing digitale ha applicazioni in ogni campo, anche nel settore turistico. Il marketing turistico, infatti, si occupa di tutte strategie di promozione online di hotel, tour operator e aziende operanti nel settore del turismo. Le tecniche di marketing turistico vengono studiate su misura per creare attirare l’attenzione del pubblico e fare in modo che i clienti possano vivere la migliore esperienza possibile lontano da casa.

E per ottenere buoni risultati e vantaggi competitivi, brand e aziende del ramo turistico sono sempre alla ricerca di nuovi modi per raggiungere il loro acquirente e adattare la loro offerta in base al target di riferimento.

Attraverso le attività di promozione online si è in grado di aumentare la visibilità della struttura ed accrescere il numero di utenti in target potenzialmente raggiungibili con le proprie comunicazioni. E anche in questo settore valgono le stesse strategie elencate sopra. Per aumentare il traffico e la popolarità di un sito, le campagne di pubblicità online avranno l’obiettivo di accrescere via web la propria visibilità e popolarità e così incrementare le potenzialità commerciali. Inoltre, occorrerà raggiungere i consumatori attraverso l’ottimizzazione del sito per dispositivi mobili e infine tramite attività di marketing geolocalizzato e social media marketing per il turismo.

Gli obiettivi del marketing turistico

Esistono diversi obiettivi quando si tratta di viaggi e turismo. Ecco perché è importante avere una strategia di marketing turistico ben pianificata in base alle caratteristiche della struttura da promuovere.

Questo porterà ad instaurare un miglior rapporto comunicativo con i clienti. Consentirà di mettere in risalto le diverse proposte che offre la struttura e poi di aumentare la presenza online del brand e di conseguenza i profitti.

E dunque funzionale a questi obiettivi, sarà la creazione di un sito facile da utilizzare. Il target dovrà essere interessato a quel prodotto, unico e particolare rispetto ad ogni altro. Una buona sponsorizzazione non potrà prescindere da ricchi contenuti visivi, ad esempio per promuovere particolarità paesaggistiche e monumenti del luogo.

Ma anche i testi del sito o dei social media dovranno essere accattivanti per destare l’attenzione degli utenti. Altri escamotage mirano all’interazione con gli utenti nel web. Ad esempio: fornire informazioni e contatti in caso di dubbi e domande; creare un’area di discussione apposita nelle pagine social; proporre challange all’interno della community per generare interesse; collegare gli account dei social media inserendoli nella home paganserisci un’area discussioni all’interno della tua pagina Facebook e ancora inserire i feedback dei clienti passati per fidelizzare quelli futuri.

Le tecniche del marketing turistico

Sono le stesse tecniche e strumenti online di cui abbiamo parlato in generale per le strategie messe a punto dalle aziende, nei paragrafi precedenti. In questo caso si declinano nell’ambito del marketing turistico. Fra queste le più importanti:

  1. Affiliate marketing: un sito affiliato viene “ricompensato” per ogni nova vendita o cliente procacciato ad una azienda, ospitando inserzioni che promuovono il suo business.
  2. Display advertising: pubblicità online nei suoi vari formati, quali banner, testi, immagini e video sulle pagine web.
  3. Content marketing: creazione e condivisione di contenuti che siano utili, rilevanti e di qualità al fine di raggiungere i propri obiettivi di marketing.
  4. Search engine marketing (SEM): un modo per accrescere il traffico e la visibilità del proprio sito sui risultati dei motori di ricerca attraverso metodi a pagamento o gratuiti.
  5. Mobile marketing: raggiungere i consumatori attraverso i loro telefoni cellulari, smartphone e tablet.
  6. Email marketing: raggiungere il pubblico via email usando messaggi in formato testuale o arricchito di immagini, audio e video (rich media)
  7. Social media marketing: per raggiungere i consumatori attraverso i canali social, come ad esempio Facebook, Twitter e LinkedIn, aumentando la popolarità del proprio brand, generando vendite e incrementando il traffico sul proprio sito.
  8. Search engine optimisation (SEO): l’ottimizzazione di un sito Internet con lo scopo di aumentare la visibilità nei risultati non a pagamento dei motori di ricerca.
  9. E infine, Analytics, cioè l’utilizzo di strumenti che tracciano e analizzano il comportamento dei visitatori di un sito web e forniscono informazioni utili per le strategie di marketing.

Ultime considerazioni

Per concludere, l’utilizzo di strategie e strumenti di digital marketing risulta dunque essenziale per pubblicizzare online la propria struttura turistica grazie alla possibilità di focalizzarsi su un pubblico targettizzato in base a interessi, genere e area geografica.

La tecnologia digitale sta realmente trasformando il mondo in cui lavoriamo (e viviamo). E nessun settore è escluso da questa rapida metamorfosi. Per questo oggi le aziende dovranno affrontare nuove sfide, per sviluppare e mantenere le loro attività di business e coinvolgere i clienti in uno spazio digitale che muta sempre più velocemente.

 

 

 

 

 

 

Interessante?

Condividi questo articolo con i tuoi amici!